Sogno n°1

Casa, 22.45 p.m. bevo un altro vodkalemon mentre su “brand new” passa Tricky, Puppy toy, svengo. Sul bancone,nel BAR, tutto si tinge di avanzi,di rossi,di fumi, di 30 anni fa, odio i paralumi. Un uomo ben vestito suona un organo sfasciato per la festa, i clienti sorridenti, i denti neri, NESSUNO si vergogna. Ho voglia di parlare con qualcuno, ho voglia di- di- di- di balbettare di nascosto con qualcuno, nello specchio scorgo il riflesso di NESSUNO; riflessi, anelli, fedi, denti d’ oro, il telefono giocattolo rosso col pulsante bianco e la ghiera di zanne d’elefante finto!  Mi manca il fiato. Mi metto i paraocchi, guardo solo verso avanti: l’ingresso è intonacato male, con il rosso delle cosce affumicate dai mozziconi, le vetrate opache, le mani strette a promettere, ubriache, i mezzibusti barcollano, sfiorano il telecomando ed io ho paura, tendo la mano. Qualcosa cade. Apro gli occhi nel tanfo di fumo. Sono a casa, disteso mi preparo una sigaretta. Il sapore di un giorno nuovo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...