La notte bianca

IMG_3932

La barca è piena di gente

Che per mettersi in salvo e salire paga due soldi e che ha un ottimo passato

celeste e rosa, verde e arancione, i colori dell’arcobaleno fra i banchi di scuola

ed ora è a secco, al gusto di suola.

CiarliCeplin ha mangiato le sue stesse scarpe in un film di liquirizia bianco e nero  – alla fine era sazio e forse con qualcosa di meglio da fare, qualcosa di meglio da dire e qualcosa di meglio da mangiare. Aveva un gran mal di pancia. Si dice non riuscisse a pensare che grigio maltempo.

E i capi e i redattori dei giornali hanno una pala per spalare file di gente affamata di pensieri

la gente si accalca alle porte dei palazzi, uomini ammassati come pazzi

la gente si accalca alle porte dei palazzi, uomini ammassati come pezzi:
gli zombi che oramai sono arrivati qui, provengono dai supermercati dei bimuvii degli anni ’80;  hanno già mangiato tutti i cervelli disponibili…la gente si accalca alle porte dei palazzi, uomini ammassati come pezzi

stiamo affogando in un piccolo profondo puzzolente lago tutto fatto di bugie

e di cervelli senza pollici opponibili.

Una notte bianca non serve a ripulire l’offesa di un futuro negato

nato annegato, sommerso dal concreto…

leggo le ricette quando mi sveglio affamato

a quest’ ora e in questo caldo sono ancora assonnato non trovo nemmeno i soldi per comprarmi un cazzo di gelato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...